Lettera al presidente Mauro Dordolo e alla CNAr del 09/07/2018

Caro Mauro,
nel proprio intervento alla Conferenza nazionale arbitrale di Bologna del 30 giugno u.s., il

presidente federale Gavazzi ha riferito che la polizza assicurativa stipulata a beneficio dei tesserati arbitri avrebbe un costo di 110,00 € pro-capite, che sarebbe intenzione della FIR ridurre.

Nonostante il tema della tutela della salute e sicurezza sia di grande interesse per tutti gli arbitri, sul punto non c’è mai stata alcuna comunicazione diretta ai beneficiari di tale polizza assicurativa: a oggi, gli arbitri non ne conoscono le caratteristiche, né le garanzie che offre. Si aggiunga che l’importo indicato dal Presidente Gavazzi è sicuramente rilevante e lascia intendere una copertura assicurativa di discreta portata.

Come ben sai, l’associazione ARIA è estremamente sensibile a tale tematica e intende fare tutto quanto nelle proprie possibilità per tutelare la salute e la sicurezza degli arbitri italiani, dando altresì la massima informazione sul punto. Peraltro, l’associazione ARIA ha iniziato una ricerca di mercato volta a individuare eventuali polizze integrative da proporre ai propri associati al fine di garantire loro una copertura adeguata in caso di infortuni o incidenti di percorso.

Anche a tal fine, sono con la presente a richiederTi di voler inviare a noi e a tutti gli arbitri informazioni esaustive circa la sussistenza di una polizza assicurativa infortuni a loro beneficio e delle condizioni che la caratterizzano, così da garantire la prosecuzione delle azioni mirate a una tutela efficace della salute e sicurezza di tutti i tesserati arbitri.

Con i migliori saluti,

Il presidente pro-tempore di ARIA (Giuseppe Ruta)

Next post
Lettera al presidente Mauro Dordolo e alla CNAr del 09/07/2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *